Home > News > Assenza di un piano strategico di governo sulla mobilità scoraggia gli acquisti

Assenza di un piano strategico di governo sulla mobilità scoraggia gli acquisti

5 Nov 2018

Roma - Secondo l'Unrae “Per quanto l’obiettivo prioritario delle Amministrazioni centrali e locali dovrebbe essere quello di rinnovare il vetusto parco auto italiano, i provvedimenti introdotti, fra loro scollegati e, in alcuni casi destinati più a demonizzare alcune motorizzazioni rispetto al più alto obiettivo ambientale, non fanno altro che generare incertezza nel consumatore che – in molti casi - rimanda il momento di scelta e sostituzione della vettura e non supporta il processo virtuoso di ammodernamento del parco circolante”. Dall'analisi della struttura del mercato, spicca fra le motorizzazioni la performance particolarmente negativa del diesel che in settembre perde il 27% dei volumi e ben 11,5 punti di quota, fermandosi al 44% del totale, per la forte flessione in tutti i canali di vendita. Nel cumulato la riduzione è superiore al 10% andando a coprire il 52,4% del mercato (-4,3 p.p.). Ne beneficia la benzina che incrementa le vendite del 22,5%, recuperando oltre 10 punti di quota e raggiungendo il 41,7%, grazie all’incremento degli acquisti dei privati. La crescita nei 10 mesi è del 4% al 34,3% di rappresentatività. Anche le ibride in settembre aumentano i volumi di circa il 30%, portandosi al 5,9% di quota di mercato, mentre nel cumulato coprono il 4,4% delle vendite complessive. In forte flessione nel mese il metano (-62,7%) che scende sotto l’1% di rappresentatività, mentre si mantiene in territorio positivo nei 10 mesi, con un saldo +27,9% (al 2,1% di quota).In leggera flessione il Gpl sia nel mese sia nel cumulato, al 7,1% di quota in settembre e stabile al 6,5% nel gennaio-ottobre. Infine, le vetture elettriche crescono del 150%, grazie all’exploit del noleggio e ai buoni incrementi degli altri canali di vendita, raggiungendo lo 0,4% delle auto vendute nel mese e lo 0,3% nei 10 mesi dell’anno. In calo sostenuto fra i canali di vendita, la componente business che in settembre registra una flessione dei volumi immatricolati del 29,7% per le società (con le autoimmatricolazioni in calo del 36%), al 17,9% di quota e del 16,6% per il noleggio, che si ferma al 16,8% di quota. La flessione di quest’ultimo è generalizzata e coinvolge sia il breve (-15,8%), sia il lungo termine (-19,8%).

Condividi

Le nostre Promo

Passion for life

SUDAUTO SRL - P.I. 02234470801